I no che aiutano a crescere

Un neonato strilla, un bambino vampirizza la madre, un adolescente sta fuori casa fino a notte fonda le situazioni in cui noi, padri e madri, siamo pi frastornati sono probabilmente quelle in cui sentiamo di dover dire di no e insieme temiamo di farlo, convinti che un diniego malposto possa avere conseguenze drammatiche sulla serenit dei nostri figli Eppure le piccoleUn neonato strilla, un bambino vampirizza la madre, un adolescente sta fuori casa fino a notte fonda le situazioni in cui noi, padri e madri, siamo pi frastornati sono probabilmente quelle in cui sentiamo di dover dire di no e insieme temiamo di farlo, convinti che un diniego malposto possa avere conseguenze drammatiche sulla serenit dei nostri figli Eppure le piccole frustrazioni motivate fanno parte della vita, aiutano a riconoscere i confini tra l io e il mondo, permettono di imparare a controllare gli impulsi, a dominare l ansia che nasce dall attesa, a sopportare le avversit Ci che questo libro si propone fornire le indicazioni utili a decifrare come, quando e perch importante dire di no Per ogni et esistono infatti degli snodi particolarmente importanti, il cui superamento avvia un cambiamento positivo nello sviluppo della personalit , il cui mancato riconoscimento pu al contrario innescare dinamiche onnipotenti e autocentrate Un no detto al momento giusto pu quindi essere il punto di partenza per una crescita equilibrata e felice mi sembra davvero uno dei pi bei libri che io abbia letto sull argomento.
I no che aiutano a crescere Un neonato strilla un bambino vampirizza la madre un adolescente sta fuori casa fino a notte fonda le situazioni in cui noi padri e madri siamo pi frastornati sono probabilmente quelle in cui sent

  • Title: I no che aiutano a crescere
  • Author: Asha Phillips Lucia Cornalba
  • ISBN: 9788807170379
  • Page: 242
  • Format: Paperback
  • 1 thought on “I no che aiutano a crescere”

    1. Un amico mi ha detto "non leggere libri di psicologia infantile, fidati del tuo istinto".Ma credo che la mia dose personale di istinto si sia estinta insieme all'evoluzione del mio DNA.Questa la premessa per poter dire che questo libro non lo terrò sul comodino per consultarlo alla prima difficoltà, né credo sia stata una lettura che abbia aperto chissà quali porte della conoscenza.Piuttosto è stata una lettura punto di partenza per una nuova avventura. Mi ha dato qualche spunto su cui rifl [...]

    2. "Nella mia attività clinica di psicoterapeuta infantile vedo spesso famiglie la cui situazione di disagio è dovuta in gran parte all'incapacità di dire no. []. Un no non è necessariamente un rifiuto dell'altro o una prevaricazione, ma può invece dimostrare la fiducia nella sua forza e nelle sue capacità. È il necessario corollario del dire sì: entrambi sono importantissimi." Saggio interessante e lettura imprescindibile per genitori, educatori ed insegnanti.

    3. Un libro interessante: sul tema, sempre attuale, non mancano altri contributi, ma questo aiuta particolarmente bene a rendersi conto di alcuni meccanismi che a volte ci condizionano e ci rendono più difficile attestarci sul fronte del no in modo libero e liberante.

    4. Great book, very instructive.In particular, the first two-three chapters point out, very simply, several common behaviour in parents that could lead to bad "signals" to their children.This book follows a "growth division" in chapters (0-2yrs, 2-5, 5-adolescence etc.), very useful as a reference.Being father of a 2.5-years-old daughter, I obviously enjoyed the first part better than the other. My personal advice could be not to read it in one single shot: start from the first chapter, then "use" [...]

    5. Non aspettatevi ricette su quando e come dire no.Piuttosto, il libro finalmente sdogana la possibilità di obiettare, dire no ai propri figli, e lo fa attraverso esempi in uno stile quasi "clinico", da osservatore esterno, in un approccio azione-reazione.Se si è preparati a far funzionare il cervello per calarlo nella propria realtà, allora è un libro da avere e leggere. Altrimenti lasciate perdere. Però sappiate che le ricette, in pedagogia, non esistono.

    6. Comprato quand'ero in attesa del mio piccolo. E' bellissimo e pieno di buonsenso. Da tenere sul comodino per ogni genitore.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *